Il prestito veloce è una soluzione che permette a utenti in cerca di liquidità di riceverla in pochissimo tempo e che non necessita la presentazione di un progetto per poterlo ottenere. Non è necessario, in parole povere, spiegare il motivo della richiesta di denaro, il cliente che si rivolge a una banca o a un ente finanziario potrà spendere il credito liberamente. Il contratto, quindi, si stipula direttamente con l'ente erogatore, senza bisogno che fra le due parti vi sia un mediatore; i prestiti erogati sono solitamente abbastanza piccoli, diciamo che hanno spesso e volentieri un tetto massimo di 10.000 Euro.

Una delle cose migliori di questa tipologia di prestiti è di non avere a che fare con la burocrazia logorante, il denaro può essere ricevuto in poco tempo, in un massimo di 48 ore. Ovviamente ogni istituto di credito considera l'affidabilità del richiedente, prima di erogare la somma – qualunque essa sia. Per prima cosa viene controllata ogni lista delle Centrali Rischi, dove vengono riportate le segnalazioni per clienti non paganti (cattivi pagatori) o ritardatari. Una volta appurato che il richiedente ha tutte le carte in regola per avere accesso a un prestito, allora si procede alla stipulazione del contratto. Un'altra cosa fondamentale è la presenza certificata di un reddito fisso, a cadenza mensile, sulla quale l'ente erogatore può fare affidamento, ovvero stare sicura del fatto che il proprio cliente avrà ogni mese la somma di denaro necessaria per estinguere il proprio debito.

Ognuno dovrà presentare, dunque, la propria busta paga di un lavoro a tempo indeterminato, e con un'anzianità lavorativa rassicurante, o la pensione. Se tutte queste caratteristiche e richieste saranno soddisfatte, in 48 ore al massimo si avrà accesso alla somma di denaro necessaria. Ovviamente se la cifra richiesta è molto alta, la banca o la finanziaria potrebbe aver bisogno di qualche garanzia in più; in questi casi si ricorre alla cessione del quinto dello stipendio, che garantirà un'entrata fissa mensile e rateale a chi eroga il prestito, o alla garanzia fornita da una terza persona, la quale si prenderà carico di restituire la cifra richiesta, nel caso di inadempienza da parte del cliente.

Sconsigliamo, in ogni caso, di richiedere somme troppo elevate a enti finanziari con formula prestito veloce, per prima cosa perché, a quel punto, ci troveremo alle stesse condizioni di un prestito personale normalissimo, secondariamente maggiore è la cifra richiesta, maggiore è la possibilità che l'ente erogatore rifiuti la richiesta.