Giornata al centro commerciale

Oggi sono andato in un fornitissimo negozio di elettronica con la mia compagna.
Visto che conviviamo da poco tempo e per ora non abbiamo intenzione di sposarci, ci serve qualche elettrodomestico in più. Non avendo affrontato un matrimonio, non abbiamo avuto una lista nozze e gli elettrodomestici che ho in casa, quando ero solo bastavano, in due non bastano più. Quindi bisogna provvedere da soli con i nostri risparmi. Ma di certo questa cosa non ci pesa perché comunque acquistare elettrodomestici funzionali al nostro bisogno è sempre una cosa utile.
Nello specifico ci serviva un frigorifero più grande perché la spesa degli alimenti si è ovviamente raddoppiata e il frigo che avevo prima era veramente piccolissimo.
Ora l’ho portato giù in garage per metterci a fresco le bibite per dissetarmi quando faccio dei lavoretti col legno dando sfogo alla mia creatività nel tempo libero.
Il nuovo frigorifero l’ho messo in cucina.

Dicevo dunque che oggi sono andato in questo negozio di elettrodomestici con la mia compagna.
Siamo entrati e ci siamo diretti subito verso la zona dei frigoriferi.
Abbiamo dato un’occhiata a questi vari prodotti di qualità, girando tra numerosi freezer, chiedendo consiglio anche al commesso preposto che ci ha illustrato chiaramente ogni caratteristica e funzionalità.
Abbiamo ponderato molto bene la scelta nonostante ci trovassimo di fronte a tanti prodotti di qualità, probabilmente tutti perché in quel punto vendita ogni prodotto è di qualità elevata.
In passato ci ho comprato un forno e un televisore al plasma. Mai un problema di funzionamento, mai un problema con gli accessori. E prima che perda colpi per l’usura, di tempo ne dovrà ancora passare. Ora non ricordo quanti anni fa comprai questi due elettrodomestici, non posso quantificare, però ne sono passati di anni ed ancora funzionano bene.
Magari è stata solo fortuna però due indizi, di solito, fanno una prova.

Alla fine abbiamo scelto il frigorifero che fa per noi. A dir la verità l’ha scelto la mia ragazza. Non ho più libertà di scelta come un tempo. Però va bene così.
Una volta scelto, siamo andati a compilare i moduli per il trasporto a domicilio. Ce lo avrebbero consegnato in serata.
Ho pagato un acconto e, prima di tornare a casa, ci siamo fatti un giretto tra gli scaffali e gli elettrodomestici del grandissimo locale.

Televisori, cellulare, forni, tritatutto. Svariati oggetti grandi e piccoli. I migliori frullatori in commercio, i microonde, le macchinette per l’espresso. Tutto di alta qualità.

Con la mia compagna ci siamo ripromessi che a breve avremmo comprato anche qualcos’altro. Un condizionatore per esempio.

Finito il giro siamo tornati a casa in attesa che ci venissero a consegnare il frigo.

Poi i facchini sono arrivati e hanno trasportato il frigo fin dentro casa e ce l’hanno montato.
Ho pagato la somma restante e gli ho chiesto se avrebbero potuto aiutarmi a portare il vecchio frigo in garage. Sono stati gentilissimi.

Li abbiamo salutati ed ora, con la mia ragazza, ci godiamo il nostro nuovo frigorifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *